Protezione dei dati e sicurezza informatica aziendale, se ti stai chiedendo quali sono le attività fondamentali da compiere in merito a questo argomento continua a leggere questo articolo.

Sono tre gli aspetti fondamentali per salvaguardare il tuo patrimonio informativo:

Disponibilità dei dati

Intesa come salvaguardia del patrimonio informativo nella garanzia di accesso, usabilità e confidenzialità dei dati. Da un punto di vista di gestione della sicurezza significa ridurre a livelli accettabili i rischi connessi all’accesso alle informazioni (intrusioni, furto di dati, ecc.).

Integrità dei dati

Ossia la garanzia che l’informazione non subisca modifiche o cancellazioni a seguito di errori o di azioni volontarie, ma anche a seguito di malfunzionamenti o danni dei sistemi tecnologici.

Riservatezza informatica

Ovvero la gestione della sicurezza per diminuire i rischi connessi all’accesso o all’uso delle informazioni in forma non autorizzata

Una volta compreso che questi aspetti sono imprenscindibili per la salvaguardia dei dati aziendali, ecco cosa fare in pratica per la protezione del patrimonio delle tue informazioni.

Di seguito trovi i primi passi da compiere (anche alla luce delle nuove direttive)!

1. Sapere dove sono e quali sono i dati da proteggere

È importantissimo capire di quali dati dispone la propria organizzazione, dove si trovano e chi ne è responsabile è fondamentale per la costruzione di una buona strategia di data protection.

2. Formare i dipendenti

Privacy e sicurezza sono due facce della stessa medaglia, anche alla luce delle nuove direttive GDPR. Statisticamente gli esperti rilevano che i problemi di sicurezza IT più comuni e rovinosi sono proprio dovuti a errori umani. Ecco perché il tuo personale ha bisogno di formazione sulla salvaguardia dei dati.

3. Fare un’analisi dei rischi

Una valutazione dei rischi può essere utile per individuare eventuali potenziali pericoli per i dati della tua azienda. Con questa prassi dovrebbero essere esaminati tutti i tipi di minaccia identificabili (sia digitali che fisici): dalla violazione dei dati online, alle interruzioni di corrente. In questo modo è possibile identificare eventuali punti deboli nel sistema di sicurezza aziendale, stabilire le priorità e formulare quindi un preciso piano d’azione per evitare danni, riducendo così il rischio di dover poi far fronte a una violazione ben più costosa.

4. Installare il software di protezione affidabili ed eseguire scansioni regolari

Questa è una delle misure più importanti (ed efficaci) per la protezione dei dati e la sicurezza informatica è anche una delle più semplici. Con un buon sistema di prevenzione attiva e scansioni regolari è infatti possibile ridurre al minimo la minaccia di una perdita di dati per mano di criminali informatici. Investire in un buon software antivirus e antimalware – sempre all’interno di una più completa strategia di sicurezza informatica – aiuterà a non far cadere le informazioni sensibili nelle mani sbagliate.

5. Eseguire regolarmente il backup dei dati più importanti e sensibili

Effettuare un backup regolare è una prassi spesso trascurata, ma secondo gli esperti poter contare su una continuità di accesso alle informazioni rappresenta una dimensione fondamentale della sicurezza informatica. Se si considera quanto tempo e quali sforzi potrebbero essere necessari per recuperare i dati perduti, appare subito chiaro come gestire una strategia di backup sia una mossa vincente.

Adesso conosci i principali passi da compiere per salvaguardare i tuoi dati, ma se non sai da dove cominciare ti diamo una mano noi!

Contattaci per saperne di più!

CHIAMA